Infezioni cutanee

Infezioni cutanee: cosa sono e come prevenirle

Oltre al danno "meccanico" dovuto ad un'errata esposizione della pelle alle radiazioni UV che, come abbiamo visto, è causa del fotoinvecchiamento e dell'eventuale sviluppo di forme tumorali, esiste anche il danno "microbico", causato dalla proliferazione sulla pelle di funghi, muffe e batteri che possono portare all'insorgenza di infezioni cutanee.

Infezioni cutanee: alcuni esempi

La pelle del corpo è spesso sottoposta al contatto con batteri, miceti e parassiti, i maggiori responsabili delle infezioni cutanee che, soprattutto con il caldo e l’umidità, possono colpire adulti e bambini. Soprattutto in estate, infatti, le variazioni climatiche favoriscono la proliferazione microbica sulla superficie della nostra pelle.

In presenza di lesioni cutanee, anche di piccola entità (es. punture d’insetti, graffi, scottature) o di una pelle particolarmente sottoposta a “stress” (bagni frequenti, attività sportiva intensa e ipersudorazione), questa eccessiva colonizzazione microbica può favorire lo sviluppo di infiammazione e infezioni. Non a caso, le infezioni provocate dai funghi della pelle (Candida, Malassezia, dermatofiti) si riscontrano maggiormente in estate, in quanto i patogeni proliferano negli ambienti caldi, umidi e molto frequentati (piscine, palestre, spiagge) e l'infezione può avvenire per semplice contatto della pelle, che è normalmente più scoperta, con qualsiasi materiale esterno infetto.

La Candida predilige le aree del corpo dove la pelle rimane spesso umida, come ascelle, inguine e seno: qui il fungo, che fa parte della normale microflora cutanea, può diventare più aggressivo provocando la cosiddetta intertrigine da Candida (o candidosi delle pieghe cutanee).

Alla Malassezia è invece imputabile la Pitiriasi versicolor, conosciuta anche come “fungo di mare” perché le macchie si rendono maggiormente evidenti sulla pelle abbronzata.

I dermatofiti sono la causa delle infezioni fungine più comuni, come la Tinea capitis (in particolare nei bambini), la Tinea corporis e la Tinea pedis, più nota con il nome di piede d’atleta, che si sviluppa sulla pelle del piede.

Come prevenire le infezioni della pelle?

La prevenzione di queste infezioni è molto importante perché tendono a essere recidivanti, quindi è opportuno mettere in atto una serie di comportamenti che evitino di creare le condizioni favorenti:

  • indossare vestiti leggeri, biancheria in fibre naturali e scarpe che lascino respirare la pelle e prevengano l’ipersudorazione;
  • quando ci si trova in luoghi pubblici, come le piscine, occorre sempre evitare di camminare scalzi indossando ciabattine di gomma personali.

La massima cura dell’igiene del proprio corpo passa anche attraverso l’utilizzo di dispositivi medici come i prodotti della linea Oliprox™ di Logofarma che consistono in detergenti (Shampoo Scalp&Body o Schiuma), adatti al mantenimento delle naturali proprietà di difesa della cute, per prevenire ogni possibile infezione o intervenire precocemente all’insorgenza delle stesse. La mancanza di tensioattivi aggressivi ne consente l’utilizzo frequente.

Per la prevenzione di manifestazioni infiammatorie o infettive legate a ipersudorazione come il piede d’atleta, le intertrigini dell’inguine o del solco mammario nelle donne e anche nelle infiammazioni da sfregamento del cavo ascellare, invece, diventa molto utile l’utilizzo di Oliprox™ polvere liquida, studiato appositamente per assorbire l’eccessiva umidità, regolare il funzionamento delle ghiandole sudoripare e proteggere da irritazioni e infezioni le zone interessate. Vista  la particolare composizione può essere applicato più volte al giorno senza provocare alcun effetto collaterale.


Scopri tutti i prodotti della linea Oliprox™ .

Torna su